La minoranza consiliare in comune a Rivalta Bormida: “Anche la Corte dei Conti ha dubbi sul nostro bilancio”

print

Carissimi concittadini,

malgrado il momento sia difficile, la pandemia sembra essere infinita, il nuovo anno si è annunciato con una serie di forti rincari soprattutto nei servizi energetici, vorremmo comunque approfittare di questo inizio d’anno per fare un breve riepilogo di quella che è stata la nostra attività nel corso del 2021 e formulare a tutti voi i nostri auguri per un buon 2022.

Ringraziamo anche il settimanale l’Ancora per la disponibilità che ha mostrato nel pubblicare i nostri interventi.

Avremmo volentieri formulato i nostri auguri alla cittadinanza sul bollettino comunale di fine anno, come accadeva nel passato, ma quest’anno nessuno ci ha interpellato; non importa.

Il 2021 è stato un anno di intensa attività per il nostro piccolo gruppo consiliare. Sicuramente la parte del leone l’ha fatta la nota vicenda della raccolta firme sul destino della casa di riposo; ma la nostra attività non si è limitata solo a questo; abbiamo presentato all’amministrazione 10 interpellanze su vari fatti che hanno pervaso la nostra comunità, dai lavori nel cimitero, alla richiesta di documentazione inerente la situazione contabile del comune, ai carteggi tra il comune di rivalta e la corte dei conti e da ultimo sulla futura gestione della mensa scolastica.

Abbiamo in questi giorni appreso tramite “la vox populi” che dal 10 di gennaio di quest’anno i pasti che saranno serviti agli alunni che frequentano la mensa delle nostre scuole non saranno più confezionati in loco presso il centro di cottura di Rivalta, ma dovrebbero arrivare da una cucina esterna a cui l’amministrazione avrebbe affidato la gestione delle mense scolastiche. Al momento non sappiamo nulla più.

La cosa ci ha stupito essendo stato il nostro centro di cottura completamente rinnovato ed ampliato di recente, e con un notevole esborso da parte del comune.
Non essendo stato possibile reperire documentazione ufficiale, abbiamo presentato un’interrogazione all’amministrazione in cui chiediamo spiegazioni in merito.

Tra Natale e Capodanno siamo stati chiamati ad esaminare il bilancio di previsione per gli annoi 2022 – 2024.
Durante il Consiglio comunale abbiamo fatto notare all’amministrazione la situazione di difficoltà in cui versa il bilancio comunale, a cominciare dalla mole dei residui attivi in continua crescita, la forte diminuzione delle entrate nei prossimi anni, la necessità di accantonamenti altissimi. Di conseguenza non potevamo che esprimere voto contrario.

D’altronde che i conti del comune siano “traballanti “non siamo solo noi ad affermarlo; ma addirittura la Corte dei Conti del Piemonte, attraverso una sua sentenza (la n. 129 del 04 novembre 2020) ha di fatto bocciato il conto consuntivo del 2018, ha disposto nei confronti dell’amministrazione comunale “la riapprovazione, del prospetto dimostrativo del risultato di amministrazione per l’esercizio 2019” e tutta una serie di altre prescrizioni.

Mai nella storia del nostro comune la Corte dei Conti aveva mosso tali e tanti rilievi riguardo la gestione e la tenuta dei conti dell’ente!!!
La sentenza – per chi volesse approfondire l’argomento – è disponibile in internet.

Altre sfide ci attendono, ma ci sentiamo di garantire che la nostra attività come gruppo di minoranza sarà sempre improntata al rispetto dell’attività democratica, della responsabilità, della trasparenza e nell’interesse esclusivo della nostra comunità e del suo futuro.
Auguriamo a tutti i rivaltesi un buon 2022.

Fornataro Silvana, Testa Luisa e Nicoletta Gualco
Gruppo consiliare di minoranza comune di Rivalta Bormida