Aido Valenza compie quarant’anni: gemellaggio a Castelnuovo del Garda

Valenza – Il Gruppo Comunale “Elisabetta Deambrogi” compie quarant’anni! Benché l’anno esatto di fondazione fosse stato il 1980 e con il Covid-19 non si fosse potuto rendere omaggio a questo importante Anniversario, i Volontari locali dell’Associazione AIDO di Valenza, «con l’entusiasmo di sempre hanno tenuto fede agli impegni presi con i Soci, testimoniando con un ciclo di eventi la voglia piena di proseguire la propria attività, nonostante le limitazioni legate all’emergenza, ripartendo proprio dal Quarantesimo».
Infatti, nelle giornate del 15, 16 e 17 ottobre l’Associazione ha coinvolto amici e associati, concittadini, Istituzioni e Associazioni in momenti diversi, organizzando rispettivamente una Cena Istituzionale a Pecetto di Valenza in collaborazione con l’Associazione “La Fenice” (venerdì 15/10, presso il Centro Culturale “G. Borsalino), uno spettacolo pro Aido a base di sketch comici (sabato 16/10, presso il Centro Comunale di Cultura), in sinergia con la Compagnia “Ikeatrando” guidata da Agata Tinnirello, e, infine, formalizzando un Gemellaggio a pieno titolo con il Gruppo Comunale “G. Banterle” di Castelnuovo del Garda (VR), conclusosi con una gita culturale a Verona.
«In una cornice sempre diversa» – afferma Alessandro Deangelis, Presidente AIDO Valenza, – «fatta di tante donne e di tanti uomini, di amici dell’Associazione, di rappresentanti del Territorio e di persone impegnate a vario titolo a favore della collettività, abbiamo celebrato la nostra tradizione associativa declinando quanto fatto prima di noi da generazioni di Volontari a cui rivolgiamo la nostra piena gratitudine.
Oggi, tuttavia, i tempi cambiano e l’esigenza di adeguare la portata del messaggio sociale intorno alla necessità di donare gli Organi, i Tessuti e le Cellule non può più prescindere da un’attività associativa quanto più ampia ed estesa rispetto al territorio di competenza. Pensare di coinvolgere attorno alla nostra “causa” Associazioni dalla diversa vocazione, senza di fatto rinunciare a fortificare i legami intergruppo, si è rivelata una scelta vincente e la forte affluenza intorno alle iniziative messe in campo proprio in questa tre giorni aidina lo conferma».
In particolare, unitamente ai ringraziamenti mossi nei confronti dei Comuni di Valenza, Bassignana e Pecetto di Valenza che hanno patrocinato il Quarantesimo, «a rappresentanza del territorio che la stessa Comunità Aido a oggi rappresenta», è doveroso ringraziare «le Associazioni del Valenzano che si sono una volta di più rilevate preziose nella realizzazione di comuni attività, così come il Gruppo Comunale e l’Amministrazione Civica di Castelnuovo del Garda con i quali abbiamo fissato un punto fermo rispetto al passato, con la consapevolezza che quanto celebrato Domenica costituirà la nuova base di partenza per i prossimi quattro decenni alla luce delle nuove sfide che ci si porranno dinanzi».