Coldiretti, pacchi dono ai bambini di Acqui e Ovada in collaborazione con la Diocesi

print

“Il Natale che non sai…”, è stato questo il titolo dell’iniziativa organizzata dall’ufficio Catechistico della Diocesi di Acqui Terme in collaborazione con Coldiretti: emozioni “su carta” che raccontano la storia di un Natale vissuto in modo diverso, non convenzionale.

Un percorso iniziato nel mese di novembre che si è concluso nei giorni scorsi, raccogliendo i “lavori” di 170 bambini e questa mattina, rispettando le regole anti Covid, nei locali adiacenti il Duomo, si è svolta la consegna dei pacchi-dono alla presenza del Vescovo della Diocesi di Acqui Terme, Mons. Luigi Testore.

Un’idea nata dalla comunione di intenti del Presidente Provinciale Coldiretti Alessandria Mauro Bianco e del Vicario Generale Mons. Paolo Parodi e concretizzata grazie al fattivo intervento del Direttore Coldiretti Roberto Rampazzo e dei Presidenti di Zona di Acqui Terme Bruno Roffredo e di Ovada Roberto Paravidino e di Monica Cavino per la Diocesi di Acqui Terme.

Quello del 2020 è stato sicuramente un Natale particolare, vissuto in una situazione di emergenza sanitaria che ha generato uno stato di distanziamento e di chiusure che hanno creato scenari particolari.

Per questo motivo, la Diocesi di Acqui ha deciso di mettersi in ascolto, di chiedere a bambini e ragazzi di esprimere i propri sentimenti, le proprie idee, il personale modo di sentire il Natale attraverso disegni, brevi scritti o altre forme creative

Sono emerse espressioni di gioia, voglia di stare insieme, ma anche preoccupazioni: in particolare, ha colpito molto una letterina scritta da una bimba che chiedeva un lavoro per il papà e che, grazie al passaparola dei social, ha visto il suo desiderio esaudito.

“Coinvolgere i giovani pensiamo sia il modo migliore per divulgare e far crescere le opportunità legate ai progetti di filiera, al chilometro zero e continuare un percorso che sta dando risultati sorprendenti in una provincia come quella di Alessandria tra le protagoniste della svolta green – spiega Coldiretti Alessandria -.  E’ fondamentale collaborare con le nuove generazioni e il mondo della scuola in particolare. Da oltre vent’anni, infatti, Coldiretti è impegnata, nella promozione del progetto di Educazione alla Campagna Amica, per portare la campagna in classe”.

Tutti i lavori de “Il Natale che non sai…” sono stati postati sulla pagina Facebook della Diocesi di Acqui Terme… l’invito è di condividere, divulgare e, ovviamente, mettere un “like” .

Gli elaborati sono arrivati da Canelli, Ovada, Cassinelle, Moasca, Carpeneto, Cremolino, Sezzadio, Altare, Rossiglione e Acqui Terme, dal Gruppo “Le impronte” del quinto anno di catechismo, dalla parrocchia San Tommaso, comunità “Cristo Vera Vite” di Canelli; dal “Gruppo Giovani” di Nizza Monferrato e dal Gruppo “Marilù” di Incisa Scapaccino. Hanno partecipato le scuole infanzia “Moiso” di Acqui Terme, primaria “TobeTogether” di Acqui Terme, primaria “Giuliani” di Canelli, primaria “Rossignoli” Nizza Monferrato. Da fuori Diocesi ne sono arrivati dieci dall’Oratorio “Sant’Antonio Abate” di Mele.