Sant’Antonio: all’Azienda Ospedaliera il ricordo virtuale dei colleghi andati in pensione

Al via la tradizionale Festa di Sant’Antonio, Patrono dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria, che quest’anno si è svolta in una veste virtuale ma non meno calorosa, come ricordato dal Direttore Generale Giacomo Centini: “La modalità virtuale ci fa perdere alcuni aspetti di convivialità che hanno da sempre caratterizzato la festa, ma ci permette di raggiungere in modo più ampio la comunità locale e non solo. Abbiamo quindi deciso di non interrompere una tradizione che ci consente di celebrare la nostra Azienda nella sua interezza e soprattutto le persone che la rendono grande con il loro impegno e lavoro. Una celebrazione che ci fa ripercorrere in parte l’anno appena passato ma sempre con uno sguardo al futuro, fatto di speranza anche grazie al vaccino che costituisce il primo passo per il rinnovamento”.

La prima giornata è stata l’occasione per ricordare tutti i dipendenti andati in pensione nel corso del 2020, attraverso un video composto dai saluti dei colleghi e dagli attestati virtuali che potranno essere ritirati singolarmente contattando la Biblioteca dell’Ospedale.

Un capitale umano che costituisce il bene più prezioso dell’Azienda: Abate Roberto,  Abbiati Laura, Alvaro Rossella, Balzana Barbara, Bellinzona Carozzo Marina, Bellizzi Gianfranco, Bergaglia Marina,  Bianchi Grazia, Bianchi Pietro Paolo, Boeretto Angela, Bologna Pietro, Bonadeo Mirella Luisa, Bonissone Roberta, Briccola Maria Grazia, Cartasegna Marco, Cerasa Francesca, Cerutti Daniela, Chiarenza Giuseppina, Cocconcelli Giorgio, Como Maura, Congiu Beatrice, Davio Piero, De Biasi Maria Grazia, Degli Alberti Ivana, Degli Alberti Patrizia, Faraci Roberto, Ferrari Paola, Gastaldi Prospero, Giacobbe Daniela, Inverardi Daniela, Laguzzi Sandra, Lomolino Grazia, Mainetti Osvaldo, Manconi Antonella, Mangolini Gabriella, Mantellini Enio Giuseppe, Marino Giuseppa, Mazzarello Lauro, Montesoro Stefania, Novello Marisa, Ortensia Aldo, Pinazzo Carmelo, Radetic Roberta, Robiglio Piera Giuseppina, Rota Paola,  Ruggiero Rita, Santacroce Anna, Sardi Anna, Sassi Giuseppina, Scotti Danila, Taverna Cinzia, Testore Francesca, Tortonese Mauro, Vallasciani Giovanna, Viasiu Lucia, Salin Maria Grazia, Notti Maria Maddalena, Massa Riccardo, Devecchi Enrica, Buora Mara e Boido Maria Antonietta.

Un ricordo speciale è andato infine ai tre colleghi deceduti Renato Pavero, Grazia Ferretti e Marco Poggio.

Mons. Guido Gallese, Vescovo di Alessandria, ha aperto la cerimonia celebrando la Santa Messa nella Chiesa dell’Ospedale Civile, trasmessa anche in diretta sui social dell’Azienda e della Diocesi di Alessandria, seguita dai saluti di numerose istituzioni che hanno voluto far sentire la loro vicinanza e il loro appoggio a tutti gli operatori che hanno combattuto contro il Covid e continuano a farlo con impegno e passione per la loro professione. A partire dal Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica che ha ricordato come il binomio “Cura e Comunità” che fa da titolo all’intera iniziativa ben rappresenti il clima che si è potuto sentire in questi mesi: “Cura non significa infatti solo guarire la malattia, ma anche interessamento solerte e premuroso che impegna con zelo e diligenza sia il nostro animo, sia la nostra attività. Non smettere mai di essere tutti al servizio gli uni degli altri in ogni contesto famigliare, sociale, lavorativo e istituzionale è l’auspicio per il 2021”. Il ringraziamento a tutti i dipendenti è arrivato anche dal Presidente della Provincia Gianfranco Baldi che ha sottolineato come “il Covid abbia messo a dura prova il nostro sistema sanitario, ma l’Ospedale di Alessandria, grazie all’impegno di tutti, è riuscito a far fronte all’emergenza, investendo anche nella ricerca”.

La modalità telematica e innovativa è stata apprezzata dal Deputato Riccardo Molinari che si è complimentato con tutti gli operatori: “Grazie a tutti coloro che si sono impegnati per tutelare la salute nella nostra città e sul territorio, ma anche grazie a tutte le associazione di volontariato e a tutti i benefattori che in questo anno ancor di più hanno fatto sentire la loro vicinanza”. Dello stesso tenore la dichiarazione del Prefetto di Alessandria Iginio Olita:Doveroso il ringraziamento all’Azienda per il servizio nei confronti dei più deboli, delle persone più fragili, di coloro che soffrono. Oggi più che mai Alessandria deve puntare sulle sue eccellenze per investire sul proprio futuro e ritengo che l’Azienda Ospedaliera sia tra queste”. Eccellenze che anche Rossana Boldi, Vicepresidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, ha evidenziato: “La nostra Azienda sta andando verso traguardi molto importanti, come la scuola di medicina, mentre il prossimo traguardo è il riconoscimento come IRCCS per mesotelioma e patologie ambientali”.

La Festa di Sant’Antonio ha infine visto il contributo del Commissario dell’ASL AL Valter Galante:Porto con piacere i saluti dei colleghi dell’ASL e ricordo la collaborazione sempre più stretta tra queste due realtà, tanto che sentiamo la festa anche un po’ nostra. Il percorso che abbiamo iniziato insieme verso l’IRCCS ci permette di guardare oltre la pandemia e il programma trasmette questa tensione di speranza e di futuro”.