Casale Monferrato, il sindaco Riboldi presenta la squadra ciclistica Under23

print

Sabato è stata presentata a Casale Monferrato la nuova squadra ciclistica Under23.

Il programma ha previsto la presenza di ospiti illustri provenienti dal mondo del ciclismo, tra cui:

  • Franco Balmamion, ex ciclista piemontese vincitore del Giro d’Italia per due edizioni di fila (1962 e 1963, ultimo italiano capace di farlo), che ha portato in visione la Maglia Rosa conquistata proprio a Casale Monferrato nel 1962. Franco proprio l’11 gennaio ha compiuto 80 anni ed è stato per noi un onore festeggiarli con lui;
  • Daniela Isetti, vicepresidente FCI (Federciclismo Italia) che ha parlato di sicurezza e sviluppo dello sport giovanile;
  • Marino Amadori, Commissario Tecnico della Nazionale Under23;
  • Fabrizio Tacchino, preparatore e consulente del Centro Tecnico federale.

La presentazione è avvenuta alle 17,30 nella Sala consiliare del Comune di Casale Monferrato, dove a fare gli onori di casa è stato il sindaco, con delega allo Sport, Federico Riboldi: «È un onore per me, oggi, ospitare la squadra Under23 del team Zheroquadro, una realtà che saprà sicuramente proseguire e incrementare una storia ciclistica importante e gloriosa come quella casalese. Sono anche commosso dal poter festeggiare gli 80 anni di un atleta, Franco Balmamion, che a Casale Monferrato ha segnato un record ancora imbattuto, due Giri d’Italia vinti consecutivamente da un italiano! Senza dimenticare la conquista, nel 1962, della Maglia Rosa proprio qui in città. Auguro agli atleti della squadra Under23 della Zheroquadro di poter lottare per raggiungere a loro volta risultati di altissimo livello!».

Da quest’anno, un’altra famosa realtà piemontese affiancherà i già storici sponsor del territorio casalese, LAN Service e Suomy: il marchio biellese di abbigliamento Pella Sportswear ha infatti abbracciato il progetto di un team che vuole rivendicare a pieno le proprie origini.

Alfredo Colella, presidente di ASD Team Zheroquadro, si è rivolto agli illustri ospiti e a coloro che hanno reso possibile questo evento: «Ringrazio il Vice Presidente Vicario della Federciclismo italiana, Daniela Isetti, per averci onorato della sua presenza. Aver avuto tra noi anche il CT della Nazionale Under23 Marino Amadori è motivo di orgoglio, perché simboleggia la bontà del nostro progetto. Un saluto affettuoso a Franco Balmamion, che ha ricordato a tutti i presenti i valori e le bellezze del nostro sport. Un caloroso ringraziamento va al Sindaco e alla sua Amministrazione, che ha dimostrato sensibilità e attaccamento ai nostri colori dandoci la possibilità di ospitare tutti i presenti nella Sala Consiliare del Comune, evento più unico che raro».

Al manager di ciclismo casalese Gianni Pederzolli, artefice e vero cuore pulsante del progetto Zheroquadro, e ai direttori sportivi Giuseppe De Maria, Gianpiero Passarino e Raffaele Carlomagno, si aggiunge una figura carismatica molto conosciuta nel panorama del ciclismo italiano: da Cuneo arriva il direttore sportivo Giuseppe Damilano. Con lui, i corridori Gabriel Parola e Ivan Catarci.

Originari del Piemonte sono i confermati Simone Carrò, Tommaso Rosa, Stefano Nicoletto, Gioele Gasparetto e Davide Finatti, cui si aggiungono i nuovi Riccardo Baratella e Alessio Palma.

Confermatissimo anche il lombardo Stefano Frigerio, cui si aggiungono due arrivi dalla Liguria, storica regione partner di Zheroquadro: uno è un gradito ritorno, Riccardo Moro, già plurivittorioso in passato con la maglia della Zheroquadro Juniores, l’altro è Edoardo Coari. Completa la rosa un promettente straniero, il danese Lucas Hjaelm Norregaard.

Archiviata una stagione che ha fruttato sette podi e una ventina di piazzamenti, corredata da una medaglia italiana e una partecipazione all’europeo entrambe su pista, oltre alla crescita dei ragazzi l’imperativo di quest’anno è quello di vincere per ritagliarsi ulteriore spazio nel panorama dilettantistico italiano.