Venerdì la Notte Nazionale del Liceo Classico: il programma del Peano di Tortona

print

Venerdì 17 gennaio 2020 si svolgerà in tutta Italia la VI edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico: in contemporanea le scuole aprono le porte alla cittadinanza e gli studenti dei Licei Classici d’Italia si esibiscono in varie performances. La Notte Nazionale del Liceo Classico è una festa, ma anche molto di più: è un modo alternativo ed innovativo di fare scuola, puntando su una formazione diversa, che si affianchi in maniera produttiva e proficua a quella tradizionale. Gli studenti si preparano con un percorso faticoso ma gratificante, in cui cultura vuol dire piacere di condivisione, rispetto della mentalità degli antichi e contemporaneamente rilettura critica della stessa.

Per il terzo anno consecutivo e per volontà della Dirigente scolastica Maria Rita Marchesotti, con il coordinamento della prof. Scuzzarella, il Liceo Peano di Tortona offre alla cittadinanza un programma ricchissimo per temi e spunti di riflessione. Tra le varie performances ci sarà una drammatizzazione del “Dialogo degli Ateniesi e dei Meli” scritto dallo storico greco Tucidide, che gli alunni hanno provocatoriamente voluto intitolare “Tucidide tra i Curdi” ispirandosi ad alcune pagine critiche del filosofo Mauro Bonazzi; una coreografia emozionante sul mito di Demetra e Kore e sul ciclo di rinascita e morte della natura; il capolavoro oratorio ciceroniano della Pro Caelio, rivisitato e drammatizzato con occhio ironico; una rivisitazione dei reality moderni con un divertentissimo, ma accurato sul piano storico e filologico, Hellas’ got talent, una gara di talenti antichi con giuria e presentatore. Inoltre, un allestimento da parte degli studenti del laboratorio di archeologia e un viaggio tra i monumenti antichi con delle guide d’eccezione. Interessanti interventi del prof. Andrea Pellizzari, dell’Università di Torino, dal titolo “Alla scuola dei vecchi maestri: professori e allievi nell’età di Roma imperiale” e del prof. Federico Leonardi, dell’Università San Raffaele, incorniceranno le performances degli studenti.

Sarà riservato uno spazio ai bambini e uno spazio agli ex allievi che omaggeranno Rita Ferrari, ex-docente di latino e greco, instancabile promotrice della cultura classica nel territorio tortonese e consegneranno il premio “Paola Soderini”, giunto alla sua seconda edizione.

La Notte inizierà alle 20.30 e terminerà intorno alle 23.30 con la lettura dell’ “Inno alla notte” tratto dall’Agamennone di Eschilo, brindisi e taglio della torta.