Comune di Alessandria: centro destra sulla strada giusta, dopo la propaganda del centro sinistra

print

E' definitiva la condanna per l'ex sindaco di Alessandria Pier Carlo Fabbio: 3 anni di carcere. Possibilità di misure alternative CorriereAldi Piercarlo Fabbio*

 

Un ringraziamento al Gruppo Consiliare di Forza Italia per la posizione tenuta nelle difficili sessioni di Bilancio del Comune di Alessandria: un impegno costante, serio e responsabile a favore della città e atto a cementare la maggioranza di centro destra.

 

Nel febbraio 2019 la sezione di controllo della Corte dei Conti del Piemonte ha comunicato al Comune di Alessandria che nei 5 bilanci della Giunta Rossa (dal 2012 al 2017) esistevano condizioni particolarmente critiche, tali da generare gravissime conseguenze alla stabilità dell’Ente. In quei cinque anni, più volte propagandati come quelli del risanamento del Comune, la sinistra non ha mai messo a bilancio 46 milioni di euro di debito. Certo che così i bilanci risultavano in pareggio o in attivo, ma non erano in queste condizioni. La Corte dei Conti ha quindi imposto al Comune di inserire nel bilancio di previsione 2019-2021 il debito mai iscritto dalla Rossa, oltre agli accantonamenti per crediti di dubbia esigibilità, che ammontano a 21 milioni di euro. Anche questi conteggiati in soli 500 mila euro nel 2015 dalla Giunta PD e altri. Questi gli antefatti che sono anche l’eredità pesantissima lasciata dalla sinistra alessandrina alla Giunta di centrodestra guidata dal sindaco Cuttica di Revigliasco.

Ci basta constatare quanti errori siano stati fatti in questi anni dalla sinistra locale e quanti concittadini abbiano in buona fede creduto a panzane sparate a bizzeffe sui mezzi di comunicazione sociale.

È toccato dunque al centrodestra mettere le carte a posto, far emergere i debiti, correggere i numeri. Altro che risanamento effettuato in quattro e quattr’otto, passando attraverso un drammatico quanto inopportuno dissesto nel giugno 2012!

In questo lavoro, determinante è stato il ruolo del Gruppo Consiliare di Forza Italia, presieduto da Maurizio Sciaudone, che ha votato il Bilancio di Previsione 2019-2021, il Rendiconto 2018 e il Piano di Riequilibrio adottato il 7 agosto 2019.

I consiglieri azzurri – ieri sera sono intervenuti nel dibattito Mauro Bovone, Carmine Passalacqua e in dichiarazione di voto Maurizio Sciaudone – si sono così schierati decisamente dalla parte dei cittadini che rappresentano: non si sono dimostrati contenti di dover rimettere insieme i cocci del disastro lasciato loro dalla Giunta Rossa, ma a malincuore lo hanno fatto, senza strepiti e aderendo compostamente alle decisioni della maggioranza di centro destra che loro stessi hanno concorso ad adottare. Lo hanno fatto utilizzando i canali istituzionali, hanno segnalato le cose che contano e l’impegno che li dovrà contraddistinguere da qui in avanti.

Ora si aspettano che la storia sia scritta con i documenti del Comune e non con le bugie pur raccontate a squarciagola e che le responsabilità siano individuate e colpite. Hanno fatto la loro parte con dedizione al ruolo che svolgono e si attendono una stagione di verità e non di veleni ulteriori. Si aspettano cioè, di poter finalmente esprimere la loro volontà di sviluppo e crescita della città, come li avevano spiegati ai concittadini al momento della loro elezione.

E Forza Italia di Alessandria, ringraziandoli, ritiene che questo loro comportamento sia stato responsabile, serio ed affidabile di fronte alla città che si onorano di rappresentare.

 

 

* Segretario cittadino FI