Studenti del Nervi-Fermi all’Interporto di Rivalta Scrivia con la Fondazione Slala

Prima l’incontro formativo, poi le visite all’interporto di Rivalta Scrivia. La logistica è entrata così direttamente nelle aule dell‘Istituto Superiore ‘Nervi-Fermi’ di Alessandria, mentre sta prendendo corpo il progetto di istituire un corso dedicato alla logistica che, se approvato, potrebbe iniziare fra un paio di anni. L’istituto alessandrino è stato al centro di una settimana di full-immersion sui temi della moderna logistica che ha coinvolto un centinaio di studentesse e studenti delle classi terze e quarte dei Geometri e dei Manutentori elettrici ed elettronici.

L’aula magna del ‘Nervi – Fermi’ ha ospitato un incontro nell’ambito del percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento (già alternanza scuola-lavoro) promosso dalla Fondazione Slala (Sistema logistico del nord ovest) di Alessandria con il supporto organizzativo e di esperienza della Fondazione William Salice ‘Color your life’, ente non profit nato su volontà, e oggi in ricordo, dell’ideatore e creatore di prodotti come Ovetto Kinder, Ferrero Rocher, Pocket Coffee e di altri a marchio Kinder. Slala è nata come fondazione alla fine del 2007 dopo la trasformazione da società a responsabilità limita (era stata costituita nel 2003 da alcuni enti pubblici piemontesi e liguri, per la promozione di infrastrutture e insediamenti a supporto della logistica).

La Fondazione ha come scopi statutari lo studio e la promozione del sistema logistico del Nord-Ovest dell’Italia, con particolare riferimento alle aree comprese nel territorio della provincia di Alessandria, collegato con i porti liguri. In linea con questa mission il Consiglio generale della Fondazione e il presidente, Cesare Rossini, hanno voluto concretizzare alcune azioni mirate nei confronti del mondo scolastico.

Durante l’incontro al ‘Nervi-Fermi’ sono intervenuti, l’Ing. Nicola Bassi, responsabile Nuovi Sviluppi – UIRNet S.p.A – Roma (soggetto attuatore unico per la realizzazione della Piattaforma Logistica Nazionale) la Dott.ssa Eleonora Colò, Personal Assistant to CEO – Gruppo EF Tecnologie S.r.l – Energia rinnovabile e ambiente Castellazzo Bormida e il Dott. Mario Ponta, Key account manager dell’Interporto di Rivalta Scrivia S.p.a., dove si sono recati gli studenti dopo la formazione teorica frontale.

Nella complessa struttura gestita dalla multinazionale belga Katoen Natie (la sede è ad Anversa) è stato possibile vedere, capire e imparare cos’è una struttura di interporto logistico e come si inserisce nel contesto logistico nazionale. «È stata sicuramente un’esperienza importante che ci ha permesso di avvicinarci a un nuovo modo di intendere la gestione, la manutenzione e l’assistenza tecnica di impianti a servizio della logistica. Ci auguriamo – sono le parole degli studenti della classe IV MA indirizzo meccanico del ‘Nervi-Fermi’ – che la scuola possa intraprendere, in un prossimo futuro, una collaborazione con le aziende interessate in modo da poterci formare adeguatamente e permetterci di avere maggiori opportunità di inserimento nel mondo del lavoro».


A giudizio di Paolo Chiarella, docente di discipline meccaniche all’istituto alessandrino, la visita all’interporto della Katoen Natie «si è rivelata assai proficua e molto importante nell’ambito del progetto di alternanza scuola lavoro. La possibilità di vedere da vicino le numerose soluzioni logistiche, flessibili e di alto livello qualitativo nei più svariati settori merceologici, ha consentito ai ragazzi di avvicinarsi, seppur da esterni, ad un sistema che gestisce l’organizzazione del magazzino in modo innovativo, sfruttando le tecnologiche che caratterizzano il corso di studio meccanico-elettrico-industriale che stanno seguendo».

Successivamente si è aperta una fase di approfondimento ed elaborazione dei temi. Gli studenti lavoreranno a elaborati di analisi e approfondimento, che saranno raccolti ed esaminati da una commissione congiunta costituita dai relatori e dai rappresentanti delle Fondazioni e i cinque migliori lavori verranno premiati con percorsi di tutoraggio aziendale dedicati.

«Mi fa molto piacere – dice Cesare Rossini, presidente di Slala – questa nuova esperienza di contatto diretto della Fondazione con il contesto formativo e scolastico locale. Se davvero vogliamo rilanciare il settore logistico come asset strategico del nostro territorio non possiamo prescindere dalle ragazze e dai ragazzi che stanno svolgendo il proprio percorso formativo per proporsi e inserirsi poi nel mondo del lavoro. Ringrazio la dirigenza scolastica del ‘Nervi-Fermi’ per aver prontamente recepito questa opportunità proponendosi per collaborare con Slala e con la Fondazione William Salice ‘Color your life’. Slala vuole essere il punto di contatto tra gli attori istituzionali del territorio per migliorare l’approccio a un settore che caratterizza da secoli il basso Piemonte e penso che questa iniziativa, a cui ne seguiranno anche altre già programmate, si muova nella direzione giusta».