For.al: “Un grande anno: siamo allo sprint finale”

“Siamo allo sprint finale, quasi al termine di un anno molto soddisfacente da ogni punto di vista”. È il commento di Veronica Porro, direttrice generale del For.al e dell’agenzia formativa “Vincenzo Melchiorre” di Valenza, al termine dell’anno formativo 2018-2019 che ancora una volta proietta senza difficoltà i giovani allievi che hanno completato il corso “Operatore delle lavorazioni artistiche – Oreficeria” nel mondo del lavoro.

La domanda di nuove generazioni di orafi, incassatori, pulitrici formati è infatti superiore all’offerta e, stando ai numeri dell’agenzia valenzana, si può affermare senza timore di smentita che la percentuale di occupazione per coloro i quali terminano il proprio percorso formativo nell’agenzia di via Raffaello rasenta il 100%.

Imponenti anche in quest’anno formativo, come sempre, i ‘numeri’ del Foral di Valenza: sono stati realizzati quattro corsi in obbligo di istruzione: un percorso triennale per operatore delle lavorazioni artistiche oreficeria e un percorso biennale di operatore del benessere,

E poi ancora due corsi legati alla direttiva Mercato Del Lavoro per giovani diplomati, provenienti da tutta Italia, un corso direttiva IFTS (Istruzione e Formazione Tecnica Superiore) tecniche per la realizzazione di prodotti artigianali del made in Italy, cinque corsi rivolti agli apprendisti.

Numerosi, ben diciassette, i corsi di formazione continua individuale (in orario serale) rivolti ad adulti occupati per la specializzazione in ambito Cad, gemmologico, linguistico, senza dimenticare i corsi su misura per clienti privati che quest’anno sono stati diciotto.

Complessivamente la sede ha erogato 8.488 ore per 469 allievi.

“L’anno formativo 2018-19 – conclude la direttrice Veronica Porro – ha visto un grande fermento per ciò che concerne gli inserimenti dei nostri allievi formati in aziende del territorio: 62 stage aziendali di durata fino a 400 ore, 17 tirocini già attivi più venti, che verranno attivati al termine dell’attività corsuale, oltre numerosi tirocini estivi. Sono 36 le manifatture orafe con cui abbiamo collaborato”.