Premio Marengo Doc: al via le degustazioni dei 187 vini in gara

print

Al via le le degustazioni dei vini partecipanti al 45° Concorso enologico “Premio Marengo DOC”, organizzato dalla Camera di commercio di Alessandria tramite la propria Azienda Speciale ASPERIA.

Il tradizionale appuntamento riscontra anche quest’anno un notevole interesse da parte delle aziende del settore vitivinicolo della nostra provincia: sono infatti n. 68 le aziende partecipanti, con un numero complessivo di 187 campioni di vini (oltre 15% in più rispetto al 2018) rigorosamente DOC e DOCG.

Numerosi i premi in palio, che vengono attribuiti ai migliori vini secondo le modalità stabilite dal Regolamento del Concorso:

 

  • Premio Marengo DOC: assegnato ai vini che raggiungeranno il punteggio di almeno 85/100;
  • Premio Selezione Speciale: assegnato ad un massimo di 30 vini che otterranno il punteggio più elevato non inferiore comunque a 88/100;
  • Premio Marengo d’Oro: assegnato dalla Commissione Finale che individuerà il migliore per ciascuna delle categorie bianchi, rossi, spumanti e aromatici tra i vini che si sono aggiudicati la “Selezione Speciale”;
  • Premio Marengo DOC Giovani: per il vino che avrà ottenuto il miglior punteggio presentato da un imprenditore nato a partire dal 1979;
  • Premio Marengo DOC Donna: per il vino, tra quelli presentati da imprese a prevalente partecipazione femminile, che otterrà il miglior punteggio;
  • Premio Marengo DOC Biologico: per il vino biologico (in possesso di idonea certificazione rilasciata da Ente certificatore qualificato) che raggiungerà il miglior punteggio, con un minimo di 85/10.

Le selezioni vengono effettuate da apposite Commissioni di degustazione, organizzate dall’Ente camerale e coordinate dal Cav. Lorenzo Marinello, presidente onorario nazionale di ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino), in collaborazione con le altre principali organizzazioni dei tecnici e assaggiatori della nostra provincia: FISAR (Federazione Italiana Sommelier, Albergatori e Ristoratori) e AIS (Associazione Italiana Sommelier).

Premio Marengo DOC: Azienda Agricola Bagnario CorriereAl

Ciascuna Commissione sarà composta da 5 membri ciascuna, tre tecnici degustatori e due esperti del settore, che potranno degustare per ogni seduta sino a 15 vini, in modalità totalmente anonima, conoscendo soltanto la denominazione di origine del prodotto (ad esempio Barbera del Monferrato DOC oppure Dolcetto di Ovada DOC) e l’annata di produzione.

I vincitori saranno proclamati il 22 maggio, al termine dei lavori della Commissione Finale che ha il compito di riassaggiare i vini che durante le prime selezioni avranno ottenuto il punteggio di almeno 88/100, per poter individuare per ciascuna categoria le eccellenze a cui attribuire i 4 Premi MARENGO D’ORO.

La secolare tradizione vitivinicola della provincia di Alessandria costituisce oggi un patrimonio culturale ed economico di notevole rilevanza, orgoglio di un territorio di produzione suddiviso in cinque zone: acquese, ovadese, tortonese, casalese e novese – dichiara Gian Paolo Coscia, presidente della Camera di commercio di Alessandria – Gavi, Grignolino, Ovada, Timorasso sono denominazioni di origine esclusive della nostra provincia che, associate a quelle più note come Barbera, Moscato e Brachetto, rappresentano un territorio che può vantare produzioni di altissima qualità.

 Il settore vitivinicolo rappresenta una parte rilevante del comparto agricolo e dell’intera economia alessandrina, una realtà solida e dinamica, caratterizzata da innovazione e attenzione all’ambiente. I risultati ottenuti dai nostri produttori sono dovuti anche a un ricambio generazionale ed alla presenza sempre maggiore di imprese a prevalente partecipazione femminile, motivazioni che hanno suggerito l’introduzione di premi dedicati all’imprenditoria giovanile, femminile e ai vini biologici, settore sempre più in espansione.

Siamo soddisfatti dall’interesse per il Concorso organizzato dall’Ente camerale, evidenziato dal sensibile aumento dei vini iscritti al 45° PREMIO MARENGO DOC rispetto alle annate precedenti.

 Le distinzioni che verranno attribuite ai vini premiati nell’ambito del 45° Concorso enologico “PREMIO MARENGO DOC” rappresentano sicuramente un biglietto da visita prestigioso, di cui le imprese possono fregiarsi per affrontare le sfide dei mercati; la selezione dei prodotti migliori per ogni zona di produzione e per ogni denominazione di origine operata tramite il Concorso mira a favorire la commercializzazione non solo dei vini vincitori, ma di tutte le produzioni di eccellenza del nostro territorio, a vantaggio di tutta l’economia della provincia di Alessandria.

Siamo sicuri – ha concluso il Presidente della Camera – che il Concorso attribuirà il giusto riconoscimento ai nostri vini, per la qualità che sanno esprimere, e sarà nuovamente un’occasione per raccogliere maggior interesse sia sul mercato domestico sia su quello internazionale per tutti gli operatori del settore”.