Sindacati: “Bilanci a rischio, stato di agitazione per i lavoratori di Palazzo Rosso”. Ma l’impressione è che una soluzione arriverà

Ognuno recita ovviamente la propria parte, e quella dei sindacati è tutelare gli interessi dei lavoratori, e in particolare dei loro iscritti. Così Fp Cgil e Csa prendono carta e penna, e proclamano lo stato di agitazione per i dipendenti del comune di Alessandria, in attesa di capire cosa succederà sul fronte bilanci dell’ente. Entro fine mese sono previste sia l’approvazione del bilancio consuntivo 2018 (slittata di un mese), sia l’approvazione del preventivo 2019-2021, e in queste settimane si assiste ad un ‘valzer’ di dichiarazioni, ipotesi, attribuzioni di responsabilità, dopo la sentenza del 5 febbraio della Corte dei Conti sulle ultime cinque annualità dell’Ente.

Il legittimo timore è quello di un ‘pre-dissesto”, e delle possibili conseguenze per dipendenti del comune e cittadini.

L’impressione però è che chi di competenza, ad Alessandria come a Roma, sia solertemente al lavoro per una soluzione positiva, che alla fine arriverà. Anche se la prudenza certamente è d’obbligo.