Vignale Monferrato Festival 2018: “Un bilancio molto positivo”

Si è conclusa la IV edizione di Vignale Monferrato Festival – Il Paese della danza che ha avuto un significativo aumento di pubblico rispetto agli anni precedenti, risultando sold out nella maggior parte degli spettacoli del programma: rispetto alla prima edizione si è infatti registrato un + 65% di presenze complessive e un + 50% di spettatori paganti. Un segnale che conferma l’efficacia della direzione artistica e progettuale intrapresa ovvero l’intenzione di coniugare un’offerta culturale di qualità con la valorizzazione del territorio e di chi lo abita.

In cinque fine settimana è stato possibile assistere alle creazioni nazionali e internazionali di Aterballetto, Adriana Borriello, Sharon Fridman, Marco Goecke, Silvia Gribaudi, Laccio, della Compagnia Libertivore, Michele Merola, della Compagnia MPTA, Juliano Nunes, della Compagnia Rasoterra, Hofesh Shechter, Emanuele Soavi, Giuseppe Spota, del Teatro tascabile di Bergamo: un cartellone costruito cercando un equilibrio tra l’approccio neoclassico e una dimensione più marcatamente contemporanea, indagando anche attraverso il circo contemporaneo le aree di confine dei codici estetici e dei linguaggi. Allo stesso tempo, in particolar modo attraverso il progetto di audience engagement “Il paese della danza” (da cui ha preso il sottotitolo l’edizione numero 4 del Festival) sono state interrogate e valorizzate le istanze del pubblico coltivando la domanda al pari dell’offerta, nell’ottica della più efficace interpretazione dell’identità di chi è chiamato a fruire. Laboratori, interviste, uno spettacolo che ha visto in scena danzatori e abitanti del Monferrato, quest’anno a cura di Silvia Gribaudi (“#oggièilmiogiorno”) sono state alcune delle azioni intraprese sul territorio nel corso del festival e già a partire dalla primavera scorsa per giungere ad un programma che tenesse conto del dialogo con gli spettatori. Ogni “palcoscenico” ha espresso il proprio potenziale: Vignale Monferrato si è vista riconoscere il proprio ruolo angolare di Paese della Danza, anche e soprattutto nei confronti di un pubblico sempre più internazionale, Casale Monferrato si è ulteriormente confermata un’area di grande vivacità – causa ed effetto della propria candidatura a Capitale della Cultura – nell’apertura alla contaminazione delle arti performative, Moncalvo infine ha evidenziato la propria traiettoria in ascesa come luogo di formazione nazionale ed internazionale con le struttura di Orsolina 28 e il cartellone di Moncalvo in Danza.

Per Antonella Parigi, Assessore alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte: “Il grande successo di questa edizione di Vignale Monferrato Festival conferma il valore e l’attrattività della manifestazione, sia quale occasione di fruizione di spettacoli dal vivo, sia come progetto di valorizzazione territoriale. Questo è infatti un festival del territorio, che, grazie al coordinamento di Piemonte da Vivo, ha saputo creare un momento significativo di animazione territoriale e, allo stesso tempo, offrire un cartellone che affianca proposte artistiche di livello internazionale e la scoperta di questa terra patrimonio dell’Unesco”

Dice Matteo Negrin, direttore di Piemonte dal Vivo: “Piemonte dal Vivo è felice di assolvere il proprio ruolo di stimolo e sostegno alle peculiarità del territorio, e di poter essere motore di sviluppo locale in un orizzonte sempre più europeo, come la quantità di pubblico ed appassionati provenienti dall’estero sembra confermare. In quest’ottica la Fondazione realizzerà su tutto il territorio regionale il festival “Bruxelles en Piste” che vedrà tra settembre e novembre 2018 sette compagnie di circo provenienti dal Belgio circuitare in Piemonte per un totale di quaranta repliche in programma. Questa ed altre attività di Piemonte dal Vivo previste per la stagione 2018/19 promuovono la Fondazione come snodo chiave per la diffusione dello spettacolo dal vivo in un orizzonte internazionale”.

Vignale Monferrato Festival è un progetto di Piemonte dal Vivo, realizzato grazie al sostegno di MIBACT e di Regione Piemonte, con la collaborazione di Torinodanza – Teatro Stabile di Torino e con la partecipazione del Comune di Vignale Monferrato, del Comune di Moncalvo, del Comune di Casale Monferrato e di Orsolina28. L’edizione 2018 è stata realizzata nell’ambito dell’Anno Europeo del patrimonio Culturale 2018 e ha visto il contributo di Fondazione CRT e Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e la collaborazione di Moncalvo in Danza. Partner tecnici sono stati ATL Alexala, Consorzio Mondo – Monferrato, Pro Loco di Vignale Monferrato, Welcome Piemonte. Media partner: Danza&Danza, il Monferrato.

Piemonte dal Vivo durante il resto dell’anno sostiene le stagioni teatrali e musicali di 65 comuni piemontesi programmando oltre 700 recite in 95 spazi diversi per oltre 145.000 presenze. Sul palco dei teatri aderenti al circuito si alternano spettacoli che abbracciano generi e linguaggi differenti: dalla prosa alla danza, dalla musica classica al jazz fino a quella popolare d’autore, e al circo contemporaneo. La Fondazione cura inoltre l’attività della Lavanderia a Vapore e il progetto di sostegno al comparto culturale Hangar Piemonte.

Per tutte le attività di Piemonte dal Vivo www.piemontedalvivo.it

2 Comments

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.