A Lisòndria canten-ni a moj per la šgonda vota an quendeš dì [Lissòndria tra Tani e Burmia]

Deleghi smentiai-j, Ispetùr fantasma e 'l Bursalén an serca d'ün gestur, e nujatér...spiciuma![ Lissòndria tra Tani e Burmia] CorriereAldi Piero Archenti

 

 

An quendéš di tòncc lisandrén is son truvà per du voti el canten-ni a moj, an cuc caš cuca dën u sè truvà gnentemeno che a rišig ad giuntei el pachëtt a couša d’ün sutpàss anlagà.

Us dirrà che i sòn evént strašurdinari, ch’l’ha piuvì an manéra anomala e che tönt ater sità is sön truvaj ant’èl medešim cundissiön.

Verissim, ma l’è onchessei veira che sti event, da töncc ani ormai, i sön pù classificabìl cmé strašurdinari e che ogni aministrassiön ai dev teni an seria cunsiderassiön.

An sta manéra, la sarreiva roba bon-na e giüsta fè an manéra (roba che da töncc ani anzën u l’ha facc) prima ‘d tüt ad fè pulid i tumbén per fè an manéra che l’aqua la vaga véja rapidamént, ma onchessej la puliseja du lécc ad Tani oltre u nòv pònt dla Sitadéla, šü šü fina al pont Forlanini, gavondij l’enorme quantitativ ad nita e sabia ch’l’a fà da stupön a l’aqua.

Il Forlanini, cmé ch’aiuma ša dicc an cuca ucašiòn, a l’è nént’atér che na bomba a orologeria ch’la farà an manéra che Tani el vaga turna a fè na gira an Piasëta dla Lega, acsé cmé ch’lé ša capità ant’èl 1994!

U sarà veira che, cmé ch’u spiega ‘l Cumén, che i tumbén o caditoje (a l’è frönc medesim) i sön 22mila e che dal 2012 anzën, da parte dl’Amag, us peja pü la briga ad fèi pulid, ma l’è onchessej vejra che dal mejš ad Magg, u s’è concluš el bando che l’arfila ad Amag Reti Idriche la cumpetensa per sti travaj.

Ai lisandrén l’anterésa uari chi e quondi i biterròn an pratica gli uperassiòn per bitè an sicurësa la sità dal Forlanini e dai tumbén stupà, l’imputònt a l’è che gli uperassiòn per bitè an sücüressa la sità i seju bitaj an curs d’opera pù prëst che ‘n prèsia e non …a babbo morto!

Pidrèn l’anvud del magnòn di-j Ort

 

 

 

In Alessandria cantine allagate per la seconda volta in quindici giorni

Nel volgere di quindici giorni molti alessandrini si sono trovati per due volte con le cantine allagate, in qualche caso addirittura qualcuno ha rischiato di lasciarci le penne a cuasa di un sottopasso invaso dall’acqua.

Si dirà che sono stati eventi eccezionali, che è piovuto in maniera anomala e che molte altre città, in quello stesso giorno hanno avuto problemi analoghi.

Verissimo, ma è anche vero che questi eventi da molti anni non sono più classificabili come eccezionali e che ogni amministrazione ne deve tenere in debito conto.

A questo scopo, sarebbe cosa buona e giusta provvedere (cosa che non è stata fatta nella maggior parte dei casi) in primis alla pulizia delle caditoie al fine di far defluire le acque, unitamente alla pulizia dell’alveo del Tanaro al di là del nuovo ponte Cittadella, giù giù fino al ponte Forlanini liberandolo dall’enorme quantitavo di fango e sabbia che ne limita il deflusso.

Il Forlanini, come abbiamo già avuto modo di far presente in altre occasioni, non è altro che una bomba ad orologeria in attesa che il Tanaro torni a far visita in Piazzetta della Lega così come già accadde nel 1994!

Sarà pur vero, come spiega il Comune, che i tombini o caditoie che dir si voglia, sono 22 mila e che dal 2012 non sono più soggette a manutenzione da parte di Amag, ma è anche vero che nel Maggio scorso si è concluso il bando che assegna ad Amag Reti Idriche la competenza di questa operazione.

Agli alessandrini poco importa da chi e quando si svolgeranno le operazioni per mettere in sicurezza la città dal Forlanini e dai tombini intasati, l’mportante è che queste operazioni volte a mettere in sicurezza la città vengano messe in corso d’opera quanto prima e non…a babbo morto!!

Piero Archenti

3 Comments

  1. Singing worship songs is nice however that?s not the only approach to worship.?
    Daddy said, possibly to make Larry cease singing. ?There are many ways to worship.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.