‘Asse’ sindaci Novi Genova per sbloccare trattativa Ilva

“Sbloccacantieri”
Alegas
Cgil
“Caf

Sogni e incubi d’impresa, mentre l’Alessandrino autocelebra il nulla [Centosessantacaratteri] CorriereAl 2Intraprendere insieme un’iniziativa istituzionale tesa a trovare un percorso rivolto allo sblocco della difficile situazione del gruppo Ilva. È questo l’obbiettivo dell’incontro richiesto dal Sindaco di Novi Ligure, Rocchino Muliere, a Marco Bucci, Sindaco di Genova.

I due Sindaci si vedranno nei prossimi giorni a Genova per un confronto sulle difficoltà che sta attraversando il gruppo siderurgico nella trattativa riguardante il Governo, la società indiana Arcelor Mittal ed i sindacati.

«Il futuro dell’Ilva di Genova e di Novi Ligure – afferma Rocchino Muliere – è legato all’esito di questa trattativa e all’evolversi, ovviamente, della situazione dello stabilimento di Taranto. Per questo motivo ritengo utile – prosegue il Sindaco di Novi – valutare insieme al Sindaco di Genova, Marco Bucci, di Muliere: "#SaveIlva 2018: l'attività produttiva deve continuare" CorriereAlintraprendere un’iniziativa istituzionale che possa contribuire a sciogliere i nodi di questa ingarbugliata vicenda».

Intanto, a seguito di nuovi documenti presentati da Arcelor Mittal che dovrebbero scongiurare il rischio di trovarsi ad occupare una posizione predominante in Europa, è nuovamente slittata, questa volta al 23 maggio prossimo, la scadenza per il pronunciamento dell’Antitrust Ue. «La notizia – spiega il Sindaco Muliere – può far pensare ad un’evoluzione positiva della vicenda, ma è nostro dovere rimanere vigili e dare il nostro contributo, per quanto ci compete, a trovare una soluzione».

Il Gabbiano
Fashion Festival