Sarti (Lega Nord): “Ortaggi coltivati in aiuole e spazi pubblici: sono autorizzati, o è ulteriore segnale di degrado?”

print

Orto abusivo 1Orticelli per coltivare ortaggi nelle aiuole, nelle rotonde, nei parchi e nei giardini pubblici di Alessandria, per fronteggiare la crisi economica?

Pare che qualcuno già ci abbia pensato, come ci segnala Roberto Sarti, capogruppo Lega Nord a Palazzo Rosso: “ho scattate alcune foto, su sollecitazioni ricevute da cittadini che mi hanno contattato: si tratta di orticelli creati nelle aiuole, ritengo pubbliche, situate nel piazzale antistante il grande negozio cinese posto dietro l’ospedale infantile. Diversi cittadini riferiscono di aver segnalato questa situazione alle autorità e alle forze dell’ordine, ma pare che per ora nessuno sia intervenuto”.

Orticelli autorizzati? “E’ quello che vorremmo capire – continua Sarti – perchè se siOrto abusivo 2 trattasse di una misura ‘anticrisi’ probabilmente l’opportunità andrebbe segnalata a tutti i cittadini: in caso contrario, si tratterebbe solo di un ulteriore segnale del degrado di Alessandria, in cui ognuno fa ciò che gli pare, e a quanto pare nessuno interviene e controlla”.