Medicina Democratica: “A Casale amianto abbandonato in strada per settimane in sacchi anonimi”

print

Amianto CasaleNessuna perdita di tempo con la sindaco di Casale Monferrato per un ping pong su etica morale cultura, mentre ribadiamo insicura per la salute dei cittadini la procedura che Titti Palazzetti invece difende anche dopo la nostra denuncia.

Tale procedura consente che l’amianto sia abbandonato per settimane lungo le strade in sacchi anonimi, senza scritte e avvertimenti, senza chiusure di sicurezza, nemmeno fermacavi da elettricista, non sigillati ermeticamente all’aggressione degli agenti atmosferici, soprattutto alla mercè di bambini, animali e anche adulti che possono aprirli e disperdere le fibre nell’ambiente.

Tant’è ciò è avvenuto e ci è stato segnalato corredato anche di fotografie, che alleghiamo. La segnalazione è stata successiva a quella, inutile, inoltrata alle autorità cittadine. Riteniamo che la sindaco non debba nascondersi dietro una procedura di smaltimento che, come abbiamo dimostrato, è rischiosa per la popolazione, bensì debba provvedere a caricare i sacchi sui mezzi della nettezza urbana e trasportarli direttamente alla ditta specializzata in bonifiche, immediatamente e non entro 30 giorni che la sindaco giustifica come “canonici” (sic) “per non gravare la spesa sui cittadini”. Non sarà certo questa spesa che manderà in malora il bilancio comunale!

Medicina democratica Movimento di lotta per la salute Sezione provinciale di Alessandria