7 Comments

  1. I Gattopardi di Alessandria ed Asti
    Pietro Luigi Garavelli, Medico e Sindacalista
    Questa primavera del 2017 in Alessandria ed Asti sembra quella del 1860 in Sicilia .
    Alessandria ed Asti , Città del Piemonte Meridionale , andranno alle elezioni per Sindaco fra pochi mesi appunto del 2017 , tanto diverse e tanto uguali fra loro , il Diavolo e l’ Acqua Santa …..
    Alessandria Laica e Socialista , imprenditoriale , Asti Cattolica e Democristiana , contadina , entrambe hanno perso “ Fosforo “ altrove richiamato e sono divenute le Città più povere dell’ Italia Settentrionale , abbarbicate a quel poco che rimane come Curia , Camera di Commercio e Fondazione Bancaria .
    L’ Ospedale ormai gestito dalla Regione , l’ Università e Confindustria non sono più o non sono mai stati fonte di potere , come in altri contesti più dinamici , come la vicina Novara .
    L’ Alessandrino comunque si mimetizza , l’ Astigiano esibisce il suo ruolo sociale , Entrambi nei Ceti Dominanti comunque non vogliono perdere quanto raggiunto ad esclusione degli Altri .
    E dato che queste Società temono i nuovi Garibaldini , cioè i Pentastellati , perché fondamentalmente non conosciuti , ecco comparire in pieno Piemonte i Fabrizio Salina moderni nella persona di due Notabili Socialisti gli Onorevoli “ Gattopardi “ Felice Borgoglio e Giorgio Galvagno .
    Entrambi utilizzando Liste Civiche hanno aperto la strada ad esponenti della Società Civile cioè la Dott.ssa Oria Trifoglio per Alessandria ed il Dott. Maurizio Rasero per Asti .
    Ma se l’ operazione di Asti è semplice in quanto l’ involucro è fornito dal Centro-Destra , in Alessandria è molto più sofisticata con la costituzione di un Raggruppamento Catto-Socialista in grado di spolpare da Destra a Sinistra i Candidati tradizionali espressi dalla Politica .
    Dando per scontato l’ approdo al ballottaggio di M5S , la partita più incerta potrebbe essere ad Alessandria , perché mentre ad Asti forse Rasero non riuscirà a scaldare il cuore della Sinistra , la Trifoglio fra Tanaro e Bormida non subirà i veti incrociati che hanno fatto prevalere nei ballottaggi generalmente i Pentastellati .
    Fatto salvo che per queste Comunali le sorprese potranno sempre essere dietro l’ angolo e nuove alchimie stravolgere le previsioni ed il lavoro dei Gattopardi …….
    Ma se con queste , attuali e futuribili , alchimie politiche Palazzo Rosso e Palazzo Civico non saranno conquistati la primavera che verrà , il futuro , per il momento , appare di M5S , la cui lunga marcia è quasi in dirittura di arrivo , Gattopardi permettendo .

  2. Chiedo alla redazione se è possibile ripristinare l’archivio mensile che permetteva di ritrovare articoli di cui non ci si ricorda esattamente titolo o rubrica di collocazione. Grazie

  3. Pierluigi, non so se arriverai al Nobel.
    Non so neppure se arriverai a diventare Commendatore (e vista la compagnia non te lo auguro di sicuro)
    Ma di sicuro sei un grande COMMENTATORE.
    Sei riuscito a commentare perfino il COLOPHON…
    🙂 🙂 🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


quattro + due =