Lavoro 2025: come evolverà il lavoro nel prossimo decennio?

Cgil

Lavoro 2025: come evolverà il lavoro nel prossimo decennio? CorriereAlIl Movimento Cinque Stelle di Valenza e gli attivisti organizzano sabato 13 gennaio alle ore 11.00 presso il Centro Comunale di Cultura in Piazza XXXI Martiri l’evento LAVORO 2025 con la partecipazione di:

Claudio Cominardi – Portavoce M5S XVII legislatura della Repubblica Italiana Componente della XI Commissione Lavoro Pubblico e Privato;
Mirko Busto – Portavoce M5S XVII legislatura della Repubblica Italiana Componente Commissione VIII Ambiente;
Tiziana Beghin – Portavoce M5S EuropaComponente Commissione Commercio Internazionale e Commissione per l’occupazione e gli affari sociali.

Modera il Consigliere Comunale M5S Valenza Annamaria Zanghi.

“Lavoro 2025” è il primo studio previsionale, voluto dal gruppo parlamentare M5S, che a partire dalla rivoluzione tecnologica in corso, descrive le caratteristiche del mondo del lavoro nel prossimo decennio.

La ricerca è stata coordinata dal sociologo Domenico De Masi e condotta secondo il metodo scientifico Delphi con la collaborazione di undici esperti di varia estrazione (Leonardo Becchetti, Federico Butera, Nicola Cacace, Luca De Biase, Donata Francescato, Fabiano Longoni, Walter Passerini, Umberto Romagnoli, Riccardo Staglianò e Michele Tiraboschi, ciascuno ignaro di chi fossero gli altri e di chi fosse il committente) e vuole essere uno strumento fondamentale per programmare le future politiche del lavoro, ma anche educative, formative, industriali e di welfare.

Queste alcune delle domande a cui cercheremo di dare risposta: Quali saranno gli effetti del progresso tecnologico sull’occupazione? Quale sorte attende i “Neet”, persone non impegnate nello studio, né nel lavoro né nella formazione? Come è possibile conciliare produttività e reddito di cittadinanza? Dallo studio è emerso che in Italia abbiamo 3.500.000 disoccupati, lavoriamo 40 ore la settimana ma se lavorassimo 36 ore alla settimana si assorbirebbero i disoccupati.

Queste e tante altre informazioni che potrebbero dare uno spunto a noi ed ai nostri imprenditori. Sono invitati all’evento le istituzioni, le aziende ed i privati cittadini.

L’ingresso è libero e gratuito.