Borsalino: priorità ai lavoratori

Cgil

Carla Nespolo nuovo presidente nazionale Anpi CorriereAl 1La CISL e la FEMCA/CISL di Alessandria Asti, prima sigla sindacale dello stabilimento Borsalino di Spinetta Marengo alle ultime elezioni RSU, esprimono forte vicinanza e solidarietà ai lavoratori e alle loro famiglie in questa fase complicata della vita aziendale, unitamente alla grande preoccupazione per il futuro della Società.

Nel pieno rispetto delle decisioni prese dalle competenti Istituzioni, le scriventi Organizzazioni continueranno a seguire lo sviluppo della vicenda da vicino e con estrema attenzione e adotteranno, in accordo con i lavoratori e d’intesa con le altre sigle sindacali, tutte le azioni che si renderanno necessarie per la difesa dell’attività senza escludere alcuna iniziativa utile.

A fronte delle numerose proposte che si stanno susseguendo in questi giorni, ribadiscono che la priorità sindacale è costituita dal mantenimento dell’occupazione, della produzione e della sede sociale nel territorio alessandrino.

Auspicano altresì che gli attuali curatori nominati dal Tribunale di Alessandria coinvolgano tempo per tempo le Organizzazioni Sindacali, per quanto di pertinenza, nella risoluzione positiva della vicenda.

Invitano le istituzioni alessandrine politiche, sociali ed economiche, le Associazioni di Categoria, nonché la cittadinanza, ad unirsi ai lavoratori nella comune difesa di un brand che, soprattutto grazie all’opera di dipendenti di altissimo profilo professionale ed indiscussa preparazione, rappresenta da 160 anni l’eccellenza produttiva di questo Paese nel campo della moda, nonché uno dei più noti ed apprezzati simboli del made in Italy a livello mondiale.