Il batterista blues Tony Coleman trionfa al Macallè

Cgil
Il Gabbiano

Sabato ad Arquata I Bruciamonti della Compagnia del Barchì CorriereAl 1Esordio sullo stesso palco, tenuto nell’autunno del 2003, Tony Coleman ovvero il batterista delle star del blues come B.B. King, Etta James e Buddy Guy, è tornato sul palco del Cinema Macallè.
Questa volta con il supporto di un partner italiano, conosciuto nel corso degli anni e col quale ha collaborato anche in studio: il talentuoso pianista ligure Henry Carpaneto.

Tony Coleman ha offerto un concerto con un mix di brani tratti dai suoi dischi (sono quattro quelli usciti al momento a suo nome, l’ultimo, Take Me As I Am pubblicato a inizio 2017) a cui aggiunge un immancabile tributo al suo vecchio “principale” B.B. King, con una carrellata di classici che parte da “Nobody Loves Me But My Mother” passando per “Caledonia” e si chiude con “The Thrill Is Gone”.
Henry Carpaneto, a sua volta, si è concentrato sull’accompagnamento con dimostrazioni del suo talento di inarrivabile boogieman. La band ha girato a mille e soprattutto la sezione fiati, Stefano Bergamaschi alla tromba e Paolo Maffi al sax tenore, ha dato un ottimo contributo solistico perfettamente inquadrato nel taglio prevalentamente Funky e R&B.

Prossimo appuntamento con la stagione “Movie Blues” giovedì 7 dicembre con il concerto di Joakim Tinderholt Quartet, tra i migliori chitarristi della nuova scena di R’n’B e Blues europea joakimtinderholt.com

Nel corso della serata verrà presentata ufficialmente la stagione 2018 organizzata con il supporto e il sostegno di Alegas.

Foto a cura di Bianco – Festival della Fotografia di Alessandria