Caduti e Dispersi in Guerra: da Alessandria alla manifestazione di Milano

Cgil
Il Gabbiano

Palazzo Libeskind, obiettivo 2020 per l’edificio simbolo del futuro e della sostenibilità [Centosessantacaratteri] CorriereAl 1L’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, a seguito di specifiche disposizioni di legge, svolge compiti di rappresentanza, protezione e tutela nei riguardi dei congiunti dei Militari, Partigiani, Militarizzati caduti e dispersi in guerra e per causa di guerra qualunque sia la causa del decesso, e di coloro che in servizio nelle Forze Armate e nei Corpi dello Stato hanno perduto la vita nel compimento del dovere (operazioni di Ordine Pubblico, Soccorso, anti terrorismo e nell’espletamento di missioni all’estero).

L’Associazione fondata nel 1917, in quel particolare momento storico per supportare le tante mamme e vedove di guerra che presero sulle proprie spalle le redini delle famiglie e crescere i propri figli rinunciando alla loro giovinezza.

Quest’anno celebra il Centenario ed è l’occasione per non cancellare la memoria di quei Battaglioni, di quei Reggimenti di quei Reparti composti da giovani che caddero sul campo dell’onore.

Ma forse il riferimento all’onore, nei nostri tempi ignorandolo il più delle volte gli si irride, è detto retorica, è considerato una semplice occasione di ottenere nastrini il più delle volte alla memoria.

Indossando la divisa e prendere la porta di casa per andare incontro all’ignoto, i nostri Caduti lasciarono gli affetti, la sposa, i figli, i vecchi che avrebbero scambiato la propria sorte con essi, rimasti invece a piangerne il pericolo e la lontananza.

Pudica s’allunga la carezza delle madri che li avevano generati e alle quali vennero restituite (e non sempre) le spoglie raccolte su un suolo di sangue.
Per tutto ciò, per ricordare tutti i ragazzi Caduti in questi 100 anni, il prossimo 26 novembre presso il Teatro Dal Verme a Milano ( via San Giovanni sul Muro 2 ang.Largo Cairoli) dalle 8.30 avrà inizio la Cerimonia di Commemorazione.

Seguiranno i momenti di Onore ai Caduti con la deposizione della Corona d’Alloro, la Celebrazione della S.Messa, l’Onore al Medagliere e dopo il saluto delle Autorità e del Presidente Nazionale, la consegna della Targa della Pace.

La Targa della Pace è il riconoscimento alle personalità, enti e istituzioni, impegnate quotidianamente alla salvaguardia della sicurezza della popolazione, nel mantenere la pace e a sostenere azioni a favore della giustizia e della solidarietà tra le persone.

L’invito è rivolto a tutti, e per partecipare basterà contattare la Segreteria Provinciale.

 
Lorenzo Gregori
Presidente Provinciale
Consigliere Nazionale