Migranti, servono misure urgenti: ma prima tuteliamo gli italiani

Primavera: viva le gite scolastiche, ma sicure! [Le pagelle di Gzl] CorriereAl 2

In passato i migranti extra comunitari che arrivavano nel nostro paese si sono rivelati utili, in particolare per talune categorie di imprese che diversamente sarebbero state costrette a chiudere l’attività e per le famiglie che senza di loro non avrebbero saputo a chi affidare le persone anziane e non più autosufficienti, erano praticamente indispensabili.

Negli anni in questione, l’economia italiana non era quella tedesca ma era comunque più florida (che in particolare quella dal 2008 ad oggi) perciò il nostro paese poteva permettersi di accoglierli e dargli un lavoro, sul quale pagavano i contributi che servivano a sostenere le pensioni degli italiani e quindi gli stessi erano considerati una risorsa preziosa.
Ora i tempi sono mutati in peggio, la nostra economia è in difficoltà, la disoccupazione ha raggiunto livelli elevati, in particolare quella giovanile e come se non bastasse è in atto da tempo un’immigrazione di massa verso le nostre coste, al punto che c’è chi parla di invasione dell’Italia da parte di donne, uomini e bambini, molti non accompagnati, provenienti da vari paesi dell’Africa.

Gli stessi emigrano per motivi politici da paesi in guerra dove rischiano la vita e da paesi dove rischiano di morire di fame, ecco perchè nel primo caso vengono definiti migranti politici e nel secondo migranti economici.

A quanto sopra si aggiungono anche episodi di criminalità, difficilmente evitabili dato che molti non hanno un lavoro, che contribuiscono ad aumentare la preoccupazione sopratutto nelle persone anziane le più indifese e quelle meno attrezzate per una questione generazionale, ad accettare questi cambiamenti epocali.

Il dibattito fra favorevoli all’accoglienza e contrari è in atto da tempo, ma nelle ultime settimane il malcontento degli italiani contrari agli extracomunitari sembra decisamente prevalere, come i risultati delle recenti elezioni amministrative hanno dimostrato.

L’Europa non sta facendo nulla per alleggerire la pressione immigratoria verso l’Italia, anzi diversi paesi e non solo quelli dell’Est hanno bloccato confini e porti lasciandoci soli ad affrontare un problema enorme.

La situazione è ormai diventata insostenibile, pertanto occorre intraprendere iniziative forti e decise, che pur non essendo nel nostro dna, sono indispensabili se si vuole evitare il rischio di destabilizzare l’Italia, innescando conflitti sociali con tle conseguenza negative del caso.

Un Governo responsabile per quanto riguarda la sicurezza e il lavoro, ha l’obbligo di tutelare prima i cittadini italiani.
Pier Carlo Lava – Alessandria

12 Comments

  1. Misure urgenti?chiudiamo la stalla dopo la fuga dei buoi,delle mucche,dei vitelli, dei cavalli ecc.ecc.?e poi ci portano tanta cultura,ci pagano le pensioni,fanno i figli che noi non vacciamo più.Insomma sono vere e proprie risorse.

  2. Non c’ è neanche più la stalla ! Purtroppo il grande debito pubblico ci espone al ricatto e ci ha fatto perdere la sovranità . Siamo ormai un grande campo profughi in mezzo al Mediterraneo . L’ unica cosa che ci rimane è rompere la camicia di sicurezza della UE e riprendere la nostra sovranità ….

    • Per riprendere la nostra sovranità ci vorrebbe un governo totalmente diverso da quello voluto dai “poteri forti” che forti poi non sono ma essendo espressione del capitalismo straccione italiano sono politicamente ricattabili dai loro strozzini. Infatti il sostegno dato a questo disastro dai giornaloni non indipendenti,dalla Confindebitati,da una magistratura dipendente,dalle agenzie di rating vera e propria mafia finanziaria,da certe Ong le cui navi ricordano i clipper negrieri, certe cooperative ultrafinanziate,e certe istituzioni religiose non è un’invenzione di Salvini ma una realtà tragica.E qui mi fermo in attesa che qualche sognatore dica che è tutta colpa del Girolimoni di Arcore.

  3. Caro “Claudio B” , avendolo già scritto su Spiffero, CorriereAl e FB non posso che concordare con le Sue affermazioni . C’è troppo euforia nel CDX per la presa di Città difficili come Al e At …..Le Politiche saranno un’ altra cosa , giocando pure i “Poteri Marci” …..

  4. In Alessandria le sinistre sono state praticamente azzerate dal voto anche sulla questione immigrazione. Ancora venerdì scene poco edificanti nel parcheggio Berlinguer, prima o poi accadrà qualcosa e senza contare perdigiorno in giro spaparanzati su panchine percui manco ti puoi sedere e di cui vorrei sapere a chi sono assegnati e chi dovrebbe occuparsene . A Roma più il PD la mena a non portarci al voto, più voti perderà perchè la questione sta superando ogni limite di sopportazione . Basta seguire i dibattiti Tv e la lettura dei giornali di questi ultimi giorni su ciò che sta accadendo in Europa sulla immigrazione eccessiva in Italia . E non parlo di giornali di destra, ma grandi titoloni su quelli che hanno sempre retto la coda alla sinistra. Le dichiarazioni di Emma Bonino sulle colpe di Renzi-Alfano? SI LEGGONO QUESTE DOMANDE: “Le rivelazioni di Emma Bonino confermate involontariamente anche da altri ministri del PD, sugli accordi sui migranti, ad opera di Renzi e Alfano, ad aver portato il Paese allo sbando per far guadagnare qualcuno ma lo si è sospettano tutti ormai da tempo. Se c’è un accordo sottobanco con l’Europa, avremmo il diritto di conoscerne i dettagli: quanti soldi ha elargito l’Italia alla Turchia per chiudere la rotta balcanica? Sarebbe utile sapere che tipo di rapporti ha il Pd con i finanziatori delle ONG e chi sono coloro che mantengono i costosissimi servizi di tali organizzazioni, inclusi navi, aerei ed elicotteri e se queste organizzazioni hanno per caso finanziato anche le campagne elettorali del Pd.” Ormai girano queste notizie. ORA RENZI CERCA DI CORRERE AI RIPARI PERCHE’ LE ULTIME AMMNISTRATIVE GLI HANNO TAGLIATO IL FIATO, quindi l’ultima sua uscita sulla immigrazione che scrive su face book la frase che seguirà sconfessando se stesso e il suo partito, frase subito dopo cancellata dal PD ma ormai la frittata Renzi l’ha fatta : «Vorrei che ci liberassimo da una sorta di senso di colpa. Noi non abbiamo il dovere morale di accogliere in Italia tutte le persone che stanno peggio. Se ciò avvenisse sarebbe un disastro etico, politico, sociale e alla fine anche economico, ma abbiamo il dovere morale di aiutarli. E di aiutarli davvero ma a casa loro». Un PD senza palle o piegato dalle organizzazioni del business immigrati da non poter comportarsi come gli altri paesi UE tra l’altro progressisti quali Francia, Spagna, Germania, Austria e ogni altro paese UE attorno noi che non accettano da tempo migranti e di cui nessuno li accusa di razzismo. ___________ Quindi la neo amministrazione dovrà oltre le buche e tutta la manutenzione mancata REGOLAMENTARE e RIPRISTINARE questo settore. La prefettura dovrà mettere sul tavolo elenchi di chi accoglie e di chi ha dato case e appartamenti per accogliere. I nomi e nei controlli in giro se i nomi non combaciano chi di pertinenza fuori dal territorio alessandrino. SE fra un anno le cose non saranno cambiate prevedo la stessa fine della Rossa&C.

  5. La verità è che il PD al governo illegittimamente da 6 anni ora ha capito che marca male, molto male e se la sta facendo addosso. Ormai la finta legislatura volge al termine e la paura di perdere il potere su Rai,INPS,partecipate statali ecc. dove hanno piazzato parenti,amici, amanti e paraculi vari, gli farà commettere ulteriori errori e ne combineranno di tutti i colori. È proprio così,più fanno melina è più voti perderanno, più passano i giorni più la gente ha voglia di rifilargli dei calci in culo,più mirano a portare a casa lo stipendio più aumenta la repulsione nei loro confronti. Caro PD potete giocare a far passare il tempo fin che volete ma ormai le persone vi hanno sgamati, e vi renderanno pan per focaccia .

  6. non capisco come facciamo a riempirci la bocca con la parola “sovranità”, che nel nostro caso non ha più senso. Sovrani de che?
    Sovrani nel debito, sovrani nella corruzione, sovrani nel millantare una storia di cui essere fieri, ma che ormai non ci appartiene più. Dovremmo avere un ruolo primario nel controllo del nostro mare, che ci ostinavamo a chiamare ancora “mare nostrum” anche al tempo del fascismo, credendo di avere per importanza la seconda armata navale europea. Il comando l’avevamo chiamato pomposamente “Supermarina” e i nostri ammiragli avevano il petto colmo di decorazioni. Poi ci siamo accorti che non eravamo in grado neppure di conquistare Malta che era lì appena fuori dalla porta di casa, ci accorgemmo che non eravamo nemmeno in grado di uscire dal porto di Taranto per pattugliare almeno lo Ionio o l’Egeo e dopo aver dichiarato guerra dal balcone a Francia e Inghilterra, dopo poche settimane ci siamo trovati i vascelli inglesi che ci bombardavano Genova davanti agli occhi esterrefatti dei genovesi, che pensavano di essere protetti da un’armata invincibile, mentre i nostri eroi erano accucciati nella rada di La Spezia a giocare a scopone.
    Per pretendere sovranità bisognerebbe non avere la coda di paglia, non aver ceduto sovranità alle mafie, non aver svenduto tutto quello che c’era da vendere per arraffare soldi sporchi da nascondere in paradisi fiscali, non aver tradito la fiducia del popolo lavoratore.
    L’ennesima promessa di riduzione delle tasse (avevamo già visto la misera riduzione delle tasse statali del primo governo di destra, subito compensata dalle nuove tasse regionali – cresciute poi dell’87% -, provinciali e comunali)
    farà lo stesso effetto della promessa della Camusso e della sinistra anti Renzi che dice di volere il ripristino dell’articolo 18. Tutte balle a fini puramente elettorali. L’art.18 è defunto per sempre e non potrebbe essere altrimenti, visti i chiari di luna che ci aspettano. Così come la nostra presunta sovranità sui pidocchi che portiamo addosso.

  7. CARRELLO DELLA SPESA: … ripristino dell’art. 18, ripristino della scala mobile, restituzione della %
    di perequazione scippata da Renzi… tagli delle tasse in busta paga e pensioni, 13° intera….per adesso non mi viene in mente altro…chiedo troppo?

    • ha dimenticato il bene primario di noi italiani maschi (salvo quelli come me che hanno ormai abdicato al diritto), cioè:
      la grande promessa di Cetto Laqualunque: “chiiù pilu per tutti!”
      Ebbene, qualche supermasculo del centro destra, dopo il successo della Brambilla nel campo delle bestiole da compagnia, ci starà già pensando, visto che sicuramente una buona fetta di italiani coglioni ci credono.
      Io ho solo un suggerimento da dare: se pilu deve essere che sia pilu davvero, al bando la moda della depilazione totale. Ma forse sono un retrogrado nostalgico. Scusi signora.

      • Poiché la tuttologia appartiene allo stagno nel quale Ella impera attendiamo suggerimenti e programmi concreti.I borbottamenti da giardinetti non servono.

  8. faccia Lei sig. Claudio, riempa pure il carrello della spesa di tutti gli articoli che vuole. Oltre alle pensioni, all’articolo 18, la scala mobile, il taglio delle tasse, la 14^ e magari anche qualcosa di più, ci metta anche l’abbonamento ai saloni di massaggi orientali, che vanno di moda e, mi raccomando, anche più pilu per tutti (giovani e vecchi, perchè anche l’occhio vuole la sua parte)

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


diciassette − tredici =