Acquesi andate a votare

Bernardino Bosio escluso ad Acqui: la corsa a sindaco diventa a 3 CorriereAldi Bernardino Bosio

 

 

Andate a votare!! Questa è la mia raccomandazione, non rimanete a casa, diamo tutti insieme un segnale, di rispetto alla città. Questa città ha bisogno di un sindaco, di un sindaco che desideri, raccogliere la voglia di fare, degli Acquesi, di chi vive nelle Valli Bormida, in Valle Erro e di tutti coloro che si sentono Acquesi per “affetto” per “lavoro” o per qualsiasi meritevole motivo!

Di un amministratore che abbia l’obiettivo è di far crescere la città, di rianimare un commercio che soffre e l’economia che langue.. di far sentire gli Acquesi, Sgheientoie e Sgheientò a casa propria.

Un primo cittadino, che faccia sentire i Turisti ospiti, amici, riportando Acqui ad essere la Città del Benessere per tutti! Ma che abbia il coraggio, di scardinare, il potere di pochi, a discapito dei diritti di molti!!, per essere chiari, di politici e dirigenti, che si impegnino per la città non per i propri capricci! Non si può più tollerale, che in urbanistica qualcuno sia più autorizzato di altri; o che qualcuno, cerchi, per se e per i suoi amici, di arrogarsi, l’uso dei campi da tennis pubblici, a Mombarone..

Acqui ha bisogno di un sindaco, che non permetta ai fornitori del comune lo sfacelo dell’illuminazione pubblica .. o l’approfittarsi, del “CARO” estinto.

Di un Sindaco, che abbia il desidero di consolidare l’abitudine al dialogo ed alla trasparenza; Il dialogo e il rispetto per la persona sono principi cardini del diritto ad essere cittadino di serie A.

Di un sindaco che ascolti il pensiero preoccupato delle lavoratrici e dei lavoratori, del comparto termale, che hanno il ruolo fondamentale, di chi da tanti anni opera e lavora sia negli stabilimenti che al Gran Hotel e che anche con grandi difficoltà e incertezze fino ad oggi ha rappresentato la vera risorsa delle Terme. Di un amministrazione che faccia rispettare, la nostra cultura, i nostri usi e le nostre consuetudini, basta a chi lavora e pretende di farci adeguare ad altri costumi, azzerare la nostra cristianità, tornare indietro di 500 anni.
Penso non sia facile. Come sapete, la mia candidatura, era per mandare a casa questa amministrazione, che di danni alla città ne ha fatti molti.. Purtroppo, non mi è stato possibile partecipare..

Faccio un appello, andate a votare, a coloro che mi dicono “se non ci sei tu non andiamo a votare”, dico che è un errore, bisogna andare, far capire che c’è l’interesse per la comunità! Se proprio non si sente di esprimere un voto, non scriva cattiverie o insulti, piuttosto, dopo aver consegnato il documento, ed essere stato riconosciuto come elettore, dichiari di non voler ritirare la scheda, o se la ritira, scriva il nome di uno dei candidati della nostra lista o il mio, ma non perdiamo un’occasione di esprimere il nostro pensiero!

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


18 − 2 =