Alessandria Renate, la sfida della speranza. Basterà l’arrivo di Pillon?

E’ tutto sbagliato, è tutto da rifare … o no? CorriereAldi Roberto Cavallero

 

 

Tre partite alla fine della stagione. Nove punti che possono voler dire tutto. L’Alessandria ha il dovere di crederci fino alla fine, soprattutto adesso che in classifica la Cremonese è avanti di un punto.

Il pareggio a Viterbo nell’impegno prepasquale e la concomitante vittoria della Cremonese a Prato è infatti costato il primo posto in classifica ai grigi, sbalzati dai grigiorossi allenati da mister Tesser, squadra che sta dimostrando di voler dire la sua, eccome, in questo campionato.

Un girone A di Legapro che Gonzalez e compagni sembravano aver tranquillamenteCome al luna park: la Viterbese un tiro, un gol. Ma la bambolina chi l’ha vinta? [Le pagelle dell'Orso Grigio] CorriereAl 1 in mano, ma nel girone di ritorno tutto è cambiato. Praticamente una sola vittoria fuori casa da dicembre, a Carrara, e una serie di clamorosi scivoloni nelle ultime giornate hanno pregiudicato tutto.

In effetti, ora come ora, ai mandrogni, sotto di un punto rispetto alla Cremonese, non resterebbe che sperare in un errore dei lombardi. Solo così si potrebbe riconquistare il primo posto, ma allo stesso i piemontesi non dovranno più sbagliare nulla.

Soprattutto servirà cambiare mentalità e ritrovare serenità, due aspetti che il neoallenatore dei mandrogni, Giuseppe “Bepi” Pillon, si spera ovviamente possa instillare nei giocatori.

Il nuovo mister, succeduto a Braglia dopo il pari a Viterbo per volere di una dirigenza che si è detta decisa ad ottenere la serie B, lo ha anche già reso noto con alcune dichiarazioni riportate sul sito del club grigio: “Tutto può succedere, abbiamo bisogno di stare uniti a cominciare dai tifosi. La squadra sta bene, il problema è solo mentale.” Poche parole ma chiare.

La decisione di voler prendere come timoniere l’ex allenatore del Chievo, ed ex giocatore grigio negli anni ’70, si spera naturalmente possa portare al cambio di rotta.

Curva NordMa intanto anche i supporters dell’Orso Grigio hanno fatto sentire la loro voce. Sabato sera, in occasione della sfida al Renate valevole per la 36esima giornata di campionato, molti tifosi resteranno fuori dalla Curva Nord, come peraltro fatto sapere in un noto social network.

Assenza come protesta per un girone di ritorno che tutto poteva far presagire tranne, forse, un crollo così netto.

Ora però occorrerà pensare al Renate, la compagine che i piemontesi dovranno affrontare sabato sera alle 20,30: inutile dire che serve il pronto riscatto dopo il brutto stop a Viterbo ma, come detto in apertura, anche la posta piena potrebbe non essere sufficiente. A questo punto servirà sempre dare un occhio ai risultati di una Cremonese, impegnata questo fine settimana a Lucca, che pare procedere a vele spiegate verso la serie cadetta mentre, fino a solo poco tempo fa, sembrava essere squadra che non poteva impensierire più di tanto i mandrogni.

In casa Alessandria tegola sulla testa è stata la notizia dell’ennesimo stop di Alessio "Incredibbile" al Mocca [Le pagelle dell'Orso Grigio] CorriereAlSestu.
L’ecografia cui è stato sottoposto il giocatore, secondo quanto riportato dal sito dei grigi, ha mostrato un quadro compatibile con una lesione tra il I e II grado del capolungo del bicipite femorale coscia destra. Tempi stimati per il rientro circa 50 giorni. Insomma, per lui stagione finita.

Dall’altra parte, in casa dei nerazzurri allenati dall’ex trainer grigio Luciano Foschi, mancheranno gli attaccanti Napoli, Marzeglia, il difensore Teso e i centrocampisti Bonetto e Lavagnoli.

Il Renate, nono in classifica a quota 50, fuori casa non ha mai trovato troppi punti, appena 16 in questo campionato.

Un dato, dunque, che in teoria dovrebbe essere foriero di fiducia per l’Alessandria ma questa compagine, negli ultimi tempi, ha abituato i propri sostenitori a tutto. Soprattutto in negativo.

Fronte biglietti. I tagliandi per la sfida di sabato sera al “Mocca” potranno essere acquistati sul sito di Booking Show, www.bookingshow.it, oltre che nei consueti punti vendita booking show.
Ad Alessandria le tabaccherie Maxi, in via Gramsci 46, Rovereto in spalto Rovereto 25, e Malagrino in corso Carlo Marx 44 e dal Gruppo Anteprima in piazza Garibaldi 40 (telefono 0131.250600 dal lunedì al venerdì in orario continuato dalle 9 alle 15); alla Soms di Oviglio, Grigi Club Gino Armano, in via XX settembre 30 (chiamare il 347/4165122); a Spinetta Marengo da “Amici del calcetto”, presso dopolavoro Solvay, via Genova 117; a Villanova Monferrato da Roby Viaggi sas al centro commerciale Monferrato “Bennet” Strada Statale 31; a Novi Ligure da D Viaggi srl in piazza Repubblica 3 e infine ad Acqui Terme all’Agenzia Intralot in via Palestro 22.
Da venerdì pomeriggio saranno aperti anche i botteghini dello stadio Moccagatta, dalle 17 alle 19. Sabato invece apriranno dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 17 fino al termine del primo tempo.

Alessandria-Renate sarà arbitrata dal signor Fabio Piscopo della sezione arbitrale di Imperia.

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


cinque × 4 =