Coldiretti: “In molte zone della provincia vigneti e frutteti fortemente compromessi da brina e maltempo”

Coldiretti: "In molte zone della provincia vigneti e frutteti fortemente compromessi da brina e maltempo" CorriereAl 3Il repentino abbassamento della temperatura verificatasi in questi giorni anche ad Alessandria e provincia sta causando forte preoccupazione nel mondo agricolo.
La discesa della colonnina di mercurio avrà conseguenze devastanti soprattutto per vigneti e frutteti nel breve e medio periodo.

Terreni praticamente “bruciati”, danni ingenti, procurati dall’improvviso abbassamento delle temperature che sono scese improvvisamente di molti gradi sotto lo zero provocando gelate estese nei campi coltivati. In “pericolo” ci sono le verdure e gli ortaggi e se il periodo di grande freddo si prolungherà il bilancio rischia di essere particolarmente pesante. La situazione più difficile la stanno vivendo la zona del Novese, dell’Acquese e del Tortonese.

A essere toccate dal maltempo sono soprattutto le piante da frutto, i vigneti e gli ortaggi, anche in serra, che, visto il caldo degli ultimi giorni, si trovavano già ad uno stato avanzato di vegetazione. Ripercussioni anche per gli apicoltori, poiché il vento, unito alla siccità, sta danneggiando la fioritura dell’acacia.

“Siccità e bombe d’acqua con forti piogge a carattere alluvionale, ma anche gelate estreme e picchi di calore anomali si alternano lungo l’anno e lungo tutta la Penisola. Anomalie che si evidenziano con il freddo in questi giorni – ha affermato il presidente di Coldiretti Alessandria Roberto Paravidino – tra interi raccolti di ortaggi perduti e danni alle piante da frutta e ai vigneti. Si è verificata una concatenazione di fattori climatici che ha fatto cambiare in modo repentino le temperature, passando dal forte caldo alla brina”.

D’altronde  a marzo, ad esempio, la temperatura è stata di ben 2,5 gradi superiore alla media del periodo di riferimento mentre le precipitazioni sono praticamente state dimezzate, arrivando ad un -54%. Sbalzi che sempre di più si stanno verificando sui nostri territori e che portano, però, conseguenze negative per le colture. “I nostri tecnici sono in allerta – ha continuato il direttore Coldiretti Alessandria Leandro Grazioli – ed al lavoro per monitorare tempestivamente la situazione visto che, oltretutto, si prevede anche per le prossime notti un ulteriore calo delle temperature”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


17 − undici =