Riboldi: “Impensabile non concedere ai lavoratori dell’Outlet un giorno di pausa nelle feste tradizionali”

“Un anno ha 365 giorni. Chi ne lavora 359 ha diritto a fermarsi per passare in famiglia i momenti più importanti. Le feste tradizionali non sono barattabili. Non possono essere sottoposte a mercificazioni e chi lavora deve avere il diritto di trascorrere questi momenti con le persone care. Questo dice il buonsenso e così deve essere. Che società è quella che non riconosce il valore della Pasqua? Che non comprende che un nucleo famigliare ha necessità di riunirsi al completo in alcuni momenti particolari dell’anno? Si parla della centralità della Famiglia, ma le belle parole quando si scontrano con la logica monetaria vengono puntualmente disattese. Crediamo in un modello di società diverso come ricordato con grande coraggio anche dal Vescovo di Tortona, che ha chiarito nettamente non trattarsi solo di una presa di posizione di carattere religioso” dichiara il Consigliere Provinciale di Fratelli d’Italia Federico Riboldi.

Anche il centrodestra prende quindi posizione su una questione che aperto un ampio dibattito in Provincia e che ha portato ad intervenire i leader delle maggiori sigle sindacali.

“Il mondo dei lavoratori degli outlet” proseguono dalla Segreteria Provinciale di Fratelli d’Italia “con il suo groviglio di contratti e ruoli più disparati merita attenzione. Il lavoro è importante, mai come oggi va tutelato e sono necessari anche dei sacrifici. Ci sono però limiti che riteniamo invalicabili. Questioni non negoziabili. Siamo quindi solidali con lo sciopero dei lavoratori del Serravalle Designer Outlet, del Serravalle Retail Park e del McDonald.”

Federico Riboldi
Capogruppo FdI AN – Vice Presidente del Consiglio Comunale
Casale Monferrato

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


dodici + undici =